Prosecco Doc al VinExpo francese di Bordeaux

Prosecco Doc al VinExpo francese di Bordeaux

VinExpo1

C'è anche il Prosecco Doc al VinExpo, il principale evento fieristico francese dedicato ai vini e ai distillati che si svolge con cadenza biennale a Bordeaux e la cui edizione 2019 si è aperta lunedì. Una vetrina internazionale che vede il Consorzio di tutela trevigiano di nuovo protagonista dopo Prowein di Düsserldorf e il Vinitaly di Verona. Le bollicine veneto-friulane dunque incontreranno in settimana gli operatori internazionali nel capoluogo dell’Aquitania, città che dà il nome ad uno dei vini più conosciuti al mondo. Si tratta di una presenza dal significato pesante dato che il Prosecco Doc continua ad accrescere in Francia il proprio business con una dinamica che, lo scorso anno, ha fatto registrate un +12,4% rispetto al 2017.

Al prodotto delle vigne del Nordest italiano è stato riservato uno spazio istituzionale con banco mescita a disposizione di visitatori e ospiti, dove fino a sabato 18 sarà possibile degustare il miglior Prosecco Doc. Altre dieci aziende produttrici - Antonio Facchin e Figli, Borgo Molino, Ca’ Di Rajo, De Stefani, Enoitalia, La Jara, La Marca, Le Rughe, Masottina, Paladin – affiancano il consorzio ciascuna con una propria postazione

La selezione esposta a VinExpo Bordeaux è stata effettuata sulle oltre 350 case spumantistiche alle spalle delle quali operano più di 11.100 aziende titolari di 24.450 ettari di vigneto su nove province di Veneto e Friuli Venezia Giulia. Un territorio generoso dal punto di vista dell’offerta culturale ed enogastronomica, ma anche di grande bellezza, dove i vigneti si alternano a boschi, prati, borghi e città incantevoli. Dalle Dolomiti alla laguna di Venezia, passando per le ville del Palladio e località preromaniche come Aquileia. Non a caso vi si contano una decina di siti riconosciuti dall’UNESCO come patrimonio dell’umanità, quasi a sottolineare la vocazione all’internazionalità di questa grande regione da sempre incrocio di popoli e culture.

Il Prosecco Doc è in forte ascesa nel mercato del beverage. Nel 2018 sono state prodotte 464 milioni di bottiglie di (+5,6% sul 2017), di cui l’83% di vino spumante (in crescita la versione Brut, sempre più apprezzata) e il 17% frizzante, per un fatturato pari a circa 2,4 miliardi di euro (+13,4% sul 2017), 1,8 dei quali realizzati sui mercati esteri. Fra questi l’Europa pesa per il 72%, il Nord America per il 22% e l’Asia per quasi il 4%. Rispetto alla vendemmia 2017, la produzione 2018 ha generato 3,65 milioni di ettolitri (+12%), 650 mila dei quali a riserva vendemmiale. Primo fra i mercati di esportazione si conferma il Regno Unito, rimasto stabile nel 2018 (-0,2%), seguito da Usa (+4,2%) e Germania (+3,1). In netta accelerazione la Francia (+12,4%), in quarta posizione, quindi Belgio (+19,3%) e Svezia (+ 29,1%), che salgono così al 6° e al 7° posto nella graduatoria dei paesi clienti.

Facebook Comments

Leggi anche

Istruzione in Veneto, i prof a scuola di alternanza

Prof a scuola di impresa e aziende alla