Ruzza (FIGC Veneto): “Auguro una ripartenza per poter vivere senza paure”

Ruzza (FIGC Veneto): “Auguro una ripartenza per poter vivere senza paure”

- in Attualità, Le ultime, Padova, Sport, Treviso, Venezia
218
0
Giuseppe_Ruzza

Giuseppe Ruzza, presidente del comitato veneto della FIGC, ha inviato il seguente messaggio augurale per la Santa Pasqua.

"Rimane difficile in un momento come questo formulare un qualsiasi augurio, se non quello di una ripartenza che possa in qualche modo permetterci di tornare a vivere senza paure.

Come sappiamo, la situazione è drammatica sotto l’aspetto sanitario, economico e sociale. In questo momento tutti noi siamo uniti da un unico pensiero: il rispetto per le troppe vittime di questa pandemia, l’ammirazione per coloro che instancabilmente si adoperano nei diversi ruoli per aiutare i più bisognosi, l’orgoglio per l’impegno di tante nostre società sportive, dirigenti, tecnici, giocatori, tifosi, anche ultras nel dimostrare la loro vicinanza.

A tutti loro va il nostro più grande ringraziamento e, se ci è permesso, la nostra profonda amicizia. Lo diciamo sempre e sempre ne abbiamo la riprova: nella stragrande maggioranza dei casi le nostre società sono formate da brave persone.

Il ritorno alla normalità, anche per l’aspetto sportivo, non pare immediato, purtroppo. Solo l’evolversi della situazione sanitaria, che rappresenta la priorità assoluta per tutti, potrà o meno consentire la ripresa.

Noi siamo fiduciosi nei confronti dei nostri organi superiori, in particolare del nostro Presidente Cosimo Sibilia che, pur nella speranza di concludere la stagione per riconoscere il merito sportivo, non tralascia mai di precisare che questo non deve assolutamente mettere a repentaglio la salute di qualcuno. Noi seguiamo le direttive nazionali con determinazione e autorevolezza, facendoci partecipi del sentire del nostro territorio, aiutati in questo dai tanti contributi pervenuti dalle nostre società. Alcuni condivisibili, altri meno ma tutti certamente propositivi.

Come anticipato in premessa, abbiamo parlato poco della Festività religiosa della Santa Pasqua. Sono allora a rivolgervi il mio più sincero augurio, anche a nome del Consiglio Direttivo, dei dipendenti e di tutta la struttura regionale, di trascorrere una Pasqua serena anche se in modo anomalo, con la speranza di poter ripartire tutti assieme per ricominciare a vivere l’atmosfera e l’odore dei nostri campi sportivi.

Buona Pasqua a tutti".

Facebook Comments

Leggi anche

Si completa la mediana per il Mogliano Rugby

Mogliano Rugby 1969 comunica che il mediano di