La Polizia Locale di Venezia in Via Piave a Mestre
La Polizia Locale di Venezia in Via Piave a Mestre (foto di archivio)

Una denuncia a piede libero, due daspo urbani e due multe da 450 euro. È il bilancio dell’attività della Polizia locale impegnata nel pomeriggio di ieri, martedì 11 gennaio, in servizio antidroga in zona stazione a Mestre. Ad essere fermati un pusher di 34 anni e un consumatore 42enne, entrambi già noti alle Forze dell’ordine. Sono stati colti in flagranza mentre lo spacciatore stava cedendo al suo cliente dello stupefacente, in cambio di denaro.

Gli agenti, in perlustrazione in abiti civili nell’area, notato lo scambio tra i due uomini hanno raggiunto con una pattuglia il consumatore che, accortosi di loro, ha gettato a terra l’involucro appena acquistato. Gli operatori hanno verificato che si trattava di cocaina e hanno sequestrato la droga. Un’altra pattuglia, invece, ha intercettato e bloccato sul luogo dello spaccio il pusher.

Quest’ultimo è stato trasferito negli uffici del Nucleo operativo della Polizia locale. A seguito del controllo delle impronte digitali si è accertato che su di lui pendeva un’altra denuncia a piede libero da parte dello stesso nucleo per reati analoghi risalente all’11 dicembre 2021. Per lui anche un’altra segnalazione per ricettazione ricevuta lo scorso aprile.

In accordo con la Procura di Venezia, il pusher è stato denunciato in stato di libertà per spaccio di stupefacenti e gli sono stati sequestrati contanti probabilmente derivanti dalla sua attività di spaccio. Sia lo spacciatore che il cliente sono stati sanzionati con una multa da 450 euro e con il divieto di tornare sul territorio comunale per 48 ore, come stabilito dal regolamento di Polizia e Sicurezza Urbana.