Tempesta Vaja, si attiva il Fondo di Solidarietà per le aziende agricole

Tempesta Vaja, si attiva il Fondo di Solidarietà per le aziende agricole

- in Le ultime, Regione veneto, Treviso
133
0
C_109_articolo_16119_lstParagraph_paragrafo_7_upiImg

Per le imprese agricole di montagna del Bellunese e del Vicentino colpite della tempesta ‘Vaja’ di fine ottobre si apre ora la possibilità di presentare domanda per accedere ai ristori agli interventi finanziari sostenuti dal Fondo di solidarietà nazionale.  Oggi la Giunta regionale, ora che sono stati completati i rilievi effettuati dalle strutture periferiche di Avepa, ha richiesto al Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali - su proposta dell'assessore all’agricoltura Giuseppe Pan - l'attivazione delle procedure del Fondo di Solidarietà Nazionale per fronteggiare le devastazione provocate dall'ondata di maltempo che ha colpito il Veneto tra fine ottobre ed inizio novembre 2018. Con la proposta di declaratoria per le eccezionali avversità atmosferiche e di delimitazione delle aree danneggiate  si creano le condizioni di aiuto in favore delle imprese agricole per interventi di ripristino del capitale fondiario e delle scorte danneggiate. La pubblicazione del provvedimento consente ora agli agricoltori della provincia di Belluno e a quelli dell’Altopiano di Asiago, di Cismon del Grappa e di Recoaro Terme di poter presentazione le richieste di aiuto alle strutture competenti di Avepa (sedi di Belluno e di Vicenza).

“Le eventuali risorse, non ancora quantificabili – precisa Pan - potranno essere complementari a quelle presenti nelle assegnazioni disposte dalla Presidenza del Consiglio con decreto del 27 febbraio 2019, secondo le modalità di intervento dei Soggetti attuatori individuati nell'ambito della gestione Commissariale degli interventi per il superamento dell'emergenza”.

Le zone territoriali interessate dove le imprese possono chiedere sostegno per il ripristino dei danni subiti alle strutture aziendali e alle scorte sono:

  • l’intero territorio della provincia di Belluno
  • Asiago (via Rendola, via Cassordar, via Morar, via Groter e località Kaberlaba),
  • Cismon del Grappa (via Lazzaretti e via Vicinale Brenta),
  • Conco (via Contrà Brunello),
  • Enego (via Lambara e località Tombal),
  • Foza (via Chigner, via Ori-Chiomenti, via Gavelle, via Chiomenti, via Carpanedi e via Labental),
  • Gallio (Malga Tanzan, via Stella, via Leghen e via Xebo),
  • Recoaro Terme (via Contrada Canova di Sotto),
  • Roana (via Ostarelli, via Rebeschini e via Waister).

Facebook Comments

Leggi anche

Etilometro e drug test: la Polizia potenzia i controlli del sabato

A partire dalla notte tra sabato 20 e