TUMORI IN VENETO LA SECONDA CAUSA DI MORTE. SECONDI SOLO ALLE MALATTIE CARDIOVASCOLARI

TUMORI IN VENETO LA SECONDA CAUSA DI MORTE. SECONDI SOLO ALLE MALATTIE CARDIOVASCOLARI

- in Cronaca, Le ultime
131
0
ambulatorio

Dati purtroppo che fanno male. Sono in aumento i tumori maligni, aggressivi, nonostante la ricerca, la prevenzione, le cure. E proprio per questo motivo, per tener monitorata la situazione in Veneto, per comprendere l'incidenza dei tumori, il tipo di cancro e le zone dove si sviluppano con maggior frequenza alcuni tumori, la Regione Veneto ha scelto di ampliare il registro tumori regionale aumentando la copertura al 96% della popolazione residente. «Entro il 31 gennaio 2018, forse anche per Natale, arriveremo al 100%», ha dichiarato il direttore del registro, Massimo Rugge. Un vero record in Italia. «Per di più - ha sottolineato l'assessore regionale alla Sanità, Luca Coletto - siamo gli unici ad avere il pieno riconoscimento del Garante della privacy. Questa estensione era attesa da tempo, ma bisogna riconoscere che, da quando il professor Rugge ha preso in mano il registro, si è registrata un'accelerazione importante». Nel 2009, infatti, la copertura della popolazione era di poco oltre il 50%.

«Negli ultimi due o tre anni - ha rimarcato il direttore generale della Sanità, Domenico Mantoan - abbiamo fatto un grande lavoro, inserendo tra l'altro, nella legge regionale, l'obbligo di trasmettere diagnosi o sospetti di tumori al registro». «Un registro tumori - ha spiegato Rugge - è un marcatore dell'efficienza e della qualità di un sistema sanitario, in quanto nasce dal costante monitoraggio della situazione sanitaria. E c'è una differenza strutturale tra l'organizzazione di un registro su base regionale e singoli registri provinciali: il grande obiettivo è venetizzare il modo di affrontare il tema, per poter amalgamare l'esperienza veneta in una più ampia esperienza nazionale. Il sogno, invece, è quello di arrivare a una geo referenziazione delle patologie neoplastiche».

Nel 2018, Venezia ospiterà il congresso nazionale dell'Associazione nazionale registri tumori, intervenuta alla conferenza stampa con il suo presidente, Lucia Mangone, che ha illustrato alcuni dati relativi all'incidenza dei tumori in Italia e nel Veneto. Esclusi i tumori non melanomatosi della cute, nella popolazione sottoposta a registrazione nel registro tumori del Veneto nel 2013 (ultimo anno di incidenza disponibile) sono stati diagnosticati 29.359 nuovi casi di cancro maligno (15.373 nei maschi e 13.986 nelle femmine). I più frequenti nel sesso maschile sono quelli della prostata (20%), colon-retto (13%), polmone (12%) e vescica (10%) mentre nelle donne sono quelli della mammella (31%), colon-retto (11%), utero (6%) e polmone (6%). I tumori, in Veneto, sono la seconda causa di morte, pari al 40% dei decessi annui, secondi solo alle malattie cardiovascolari.

About the author

Facebook Comments

You may also like

social tg+ 17 novembre ed. pomeriggio

Politica. Zaia contro Bressa per il federalismo fiscale.