Anche camerieri per aiutare le vittime del tornado

Anche camerieri per aiutare le vittime del tornado

- in Cronaca, Eventi, Le ultime, Solidarietà
215
0
12308355_888873721180890_152565236626642560_n

Dalle parole ai fatti; è quello che devono aver pensato nel Movimento 5 stelle quando, su iniziativa di Luigi Di Maio, lui e altri esponenti del gruppo si sono messi il grembiule da cameriere e hanno servito ai tavoli
del ristorante Pizzeria La Locanda dei Ghiottoni a Oriago di Mira (Ve)
<<Lo scorso 8 luglio la Riviera del Brenta è stata colpita da un violento tornado che ha colpito duramente la nostra gente, le nostre case e le nostre aziende - ha detto Di Maio - e ora con un gesto concreto abbiamo voluto sostenere i cittadini colpiti, coinvolgendo i nostri portavoce in un evento che li ha visti protagonisti in una serata di raccolta fondi>>. A servire pizze, oltre Berti e Di Maio e una quindicina di esponenti, anche Alvise Maniero, sindaco di Mira e l’Amministrazione del Comune. Il sindaco ha anche stupito i presenti per preparazione e servizio di spritz come aperitivo di benvenuto. Il menù prevedeva: degustazione di prodotti tipici pugliesi e tranci di pizza, acqua, 1/4 di vino o bevanda piccola. Il prezzo rea di 15 euro più 5 come offerta minima per il contributo di solidarietà. Un'iniziativa che ha avuto un successo inaspettato con più persone di quante ne fossero state previste tanto che Jacopo Berti ha dichiarato soddisfatto: <<In tanti hanno promesso soldi per le vittime del tornado. Noi siamo passati ai fatti: abbiamo dato subito quelli avanzati dalla campagna elettorale (4 mila euro) e con questa cena a Mira, uno dei comuni più colpiti, insieme a Luigi Di Maio e agli altri portavoce in veste di camerieri ne abbiamo raccolti altri. Abbiamo superato le 500 persone>>. Insomma, per una volta, i politici hanno davvero "servito" i cittadini.

Gian Nicola Pittalis

12308355_888873721180890_152565236626642560_n

Facebook Comments

You may also like

Social Tg+ 21 dicembre ed. mattino

Cronaca. Officina abusiva gestita da nigeriani a Quinto.