Lo stadio Penzo
Lo stadio Penzo

Questa mattina sono stati presentati ufficialmente, in videoconferenza, i mini abbonamenti lanciati dal Venezia FC per le prossime partite casalinghe.
Ha introdotto la presentazione Andrea Cardinaletti, Vicepresidente Esecutivo del Venezia FC:
“Vorremmo fare un’ iniziativa per riempire il nostro stadio di tifosi, perché vorremmo fare in modo che questo stadio diventi sempre di più il fortino per la nostra squadra e, a riguardo, che sia pieno di tifosi del Venezia. Pertanto, la nostra intenzione è quella di riempire questo stadio di Leoni Veneziani, il più possibile, perché questo è lo spirito con il quale, in qualche modo, ci stiamo muovendo. Abbiamo pensato a lungo quest’iniziativa e abbiamo pensato a lungo a tutti i pro e i contro: sappiamo già che accontentare tutti è difficile, però ci siamo mossi con un obiettivo preciso, che è quello di tentare il più possibile di mettere in condizione, i nostri tifosi, di venire allo stadio, e quindi abbiamo, fra le altre cose, voglia di centrare l’obiettivo, di riuscire a vendere tutti i mini abbonamenti. Questo obiettivo ci potrà essere utile, anche in funzione di quello che sarà l’inizio della stagione, a gennaio, per eventualmente ripetersi o per ripetere iniziative di questo tipo, e per farle sempre più mirate, in quanto noi siamo molto sintonizzati sulle esigenze dei nostri tifosi, con lo scopo di dare alla nostra squadra quel valore aggiunto che il nostro pubblico, in qualche modo, le può dare. Faccio un’ultima osservazione: voi avete visto che lo stadio è un cantiere perenne, nel senso che ad ogni partita trovate qualcosa in più, perché siamo entrati nella nostra casa, adesso stiamo, per così dire, mettendo a posto l’arredamento siamo attaccando i quadri, stiamo mettendo i soprammobili. Una metafora per dirvi che  non si ferma mai il lavoro dello stadio, e questo per certi versi ci piace pure, perché in ogni partita ci sia, come detto, qualcosa di nuovo. Inoltre, cosa molto importante, in queste ore stiamo mettendo le coperture esterne a tutte le nostre gradinate e le nostre curve, quindi non vedrete più l’acciaio la prossima volta che verrete allo stadio, ma vedrete, in  arancioneroverde la scritta Venezia FC;  questo tipo di azione ci accompagnerà per tutta la stagione, e devo dire con piacere perché i tifosi di Venezia hanno totalmente vinto la sfida nei confronti di quella che poteva essere un’operazione improbabile fatta al Penzo, nel senso che un anno fa avevamo uno stadio pieno di recinzioni ed ostacoli”.

Quindi è stata la volta di Gianluca Santaniello, Executive Manager del Venezia FC:

“Siamo alla vigilia di cinque partite che comprendono anche la Coppa Italia. queste sono quelle comprese dal pacchetto che proponiamo. Sappiamo che altre società, e magari iniziative simili, hanno alla fine desistito; noi invece, proprio nell’ottica di venire incontro ai nostri tifosi, e di assicurare ai più fedeli un posto in prima fila in queste occasioni, andiamo invece un po’ in direzione contraria. In altre parole, nelle gare dove il sold-out, e pure a prezzi pieni, poteva essere scontato, il Venezia FC oggi sceglie di offrire una grande opportunità ai suoi tifosi, con una scontistica specifica. Si parte da Venezia-Inter e si chiude con Venezia-Lazio, compresa Venezia-Ternana – di Coppa Italia – come fosse in omaggio. Questa nostra iniziativa si articola in quattro momenti dedicati: il primo sarà il 16 novembre, dedicato agli ex abbonati. Dopodiché il 18 si andrà con il secondo  pacchetto. Questi primi due momenti tengono proprio a sottolineare come l’iniziativa è finalizzata per stare a fianco, in questo momento particolare, in queste bellissime partite; ovvero, andiamo un po’ contro l’occasionalità nel big match singolo, ma vogliamo invitare i nostri tifosi a essere al nostro fianco in tutte e cinque queste partite. Dopodiché partirà la vendita, per la sola partita di Venezia-Inter, prima in prelazione e poi in vendita libera vera e propria dei quattro momenti. 
Tutti i prezzi sono prezzi che vanno dai 100 euro delle nostre curve, e stiamo parlando praticamente di un minimo di 100 euro per assistere a quattro partite fondamentali, se non storiche, se non addirittura epiche, in cui vedremo l’Inter,  la Juventus, la Lazio, e affronteremo un Derby come quello con l’Hellas Verona e, come detto, regaleremo, consentitemi il termine, la partita di Coppa Italia contro la Ternana. Ricapitolando, questo mese e mezzo di partite  andrà, come prezzi, da 100 per assistere dalla curva ed arrivare  fino a un massimo di 400 euro in tribuna Vip nera. Da questi pacchetti sono esclusi i pitch box  i quali, invece, seguiranno la vendita singola. Dopodiché verranno tutte quelle scontistiche che lanceremo, di volta in volta, dalla riduzione bambino, ridotto ragazzo o over 75. Teniamo particolarmente, inoltre, ai canali on-line, perché sarebbe fondamentale che venissero utilizzati più possibile, allo scopo di evitare le solite lunghe file ai botteghini.
Parliamo più o meno di 2.200 potenziali beneficiari in prelazione. Quindi, i primi a cui viene appunto data l’opportunità per essere in prima fila in queste occasioni. Va inoltre detto che la risposta, nelle scorse settimane, non è stata così entusiasmante: sui 2.200 beneficiari potenziali, ne hanno usufruito, nella migliore delle volte, cioè nel match contro la Roma, in 600 circa. Quindi mediamente 400 ex-abbonati hanno fatto valere il loro diritto di prelazione.
E quando invece parliamo di risparmio potenziale, va dal 10 al 15%, escludendo le riduzioni, quindi ci tengo a sottolineare che queste partite, che si sarebbero vendute da sole, in quanto come detto partite storiche,  per avere i nostri tifosi sempre a fianco la società del Venezia FC rinuncia a una parte di marginalità e ricavi a favore della vicinanza e dell’affetto del proprio pubblico.
Siamo in un periodo storico particolare, perché caratterizzato dall’emergenza Covid-19. Quindi, abbiamo deciso di emettere solamente 4.300 tessere di questo tipo in modo tale da tutelare i potenziali acquirenti da rischi di futura eventuale riduzione della capienza stadi a causa Covid. Si tratta, quindi, del 50% della capienza dello stadio. Sarà obbligatorio avere ed esibire il green pass, e in mancanza di certificato chiaramente non si potrà assistere all’evento”.