Cambio al vertice del Capitolo veneziano dopo un semestre da record

Oltre 10 milioni di € gli affari conclusi dalla nascita datata settembre 2018

 

Ammonta precisamente a 4.024.000 € il totale di affari conclusi nell’ultimo semestre da “I Do Mori”, il Capitolo veneziano di BNI – Business Network International.

Con oltre 275.000 membri in più di 10.500 Capitoli dislocati in circa 80 diversi Paesi, BNI è l’organizzazione leader mondiale nello scambio di referenze.

Nata nel 1985 fa dall’intuizione dell’imprenditore statunitense Ivan Misner, che ne diffuse i principi e le regole organizzative propedeutiche al raggiungimento delle odierne, monumentali dimensioni, in Italia BNI si è affacciata 17 anni fa (in gennaio si è festeggiato il diciassettesimo compleanno).

Il Capitolo di Venezia “I Do Mori” è sorto a settembre 2018, distinguendosi rapidamente per la capacità straordinaria di coesione dei suoi membri (attualmente ben 48), tanto eterogenei quanto affiatati. Un incredibile valore collettivo che si traduce in oltre 10 milioni di euro di affari conclusi dalla sua fondazione.

Di questi 10 milioni, la bellezza del 40% si deve all’ultimo semestre, che per “I Do Mori” rappresenta non solo un traguardo record ma anche un trampolino di lancio verso un futuro inevitabilmente destinato ad essere sempre più roseo.

Naturalmente, con la conclusione del semestre viene anche celebrato l’avvicendamento d’ordinanza alla guida del Capitolo: l’ultima presidente, la dottoressa Nicoletta Corso, lascia ora la carica all’avvocato Marco Vianello (qui assieme nella foto di copertina) che guidò “I Do Mori” già nel 2020.
Nella squadra anche il dott. Marco Furlan, l’avv. Francesco acerboni, l’avv. Massimiliano Leonetti, il dott. Igino Bertoldi e il nostro editore Luca Marton.

Ogni mercoledì alle 7.00 i membri di BNI “I Do Mori” si incontrano al Leonardo Royal Hotel Venice di Mestre, prima di cominciare le rispettive giornate lavorative, tutti rigenerati dall’investimento più importante della loro settimana professionale.