Zaia: “Tra poco nuovo DPCM. I prefetti devono prendersela con il Governo”

Zaia: “Tra poco nuovo DPCM. I prefetti devono prendersela con il Governo”

Punto Stampa ZaiaPunto Stampa Zaia

In risposta alle dichiarazioni dei Prefetti, Luca Zaia quest'oggi ha ribadito che la sua nuova Ordinanza non è altro che una applicazione di quando detto e spiegato dal Governo, sia attraverso l'ultimo DPCM che dalle FAQ che ulteriormente lo spiegano. Infatti, durante il punto stampa, il Governatore ha ribadito il concetto mostrando degli schemi in cui si confrontavano i vari punti del DPCM con le nuove regole regionali in vigore da venerdì pomeriggio. "A sto punto, visto che i Prefetti sono emanazione del Governo - ha detto Zaia - mi vien da dire che 'Chi è causa del suo mal, pianga sé stesso'. Chi protesta per quello che abbiamo deciso a livello regionale, deve chiedere spiegazioni a chi ha scritto il DPCM e a chi scrive delle spiegazioni sul sito. Se si dice che le fiorerie possono essere aperte, e noi ne diamo applicazione, non possono protestare con noi".

Secondo Zaia tra poco uscirà il nuovo DPCM. “Noi siamo pronti ad affrontare la fase 2. Sarà una sfida, non sarà una passeggiata, ci sarà ancora del rischio, perché il virus circola ancora. Tutto quanto deve essere comunque vincolato al parere della comunità scientifica, tenendo conto però degli interessi della comunità che deve vivere. Ricordiamo che le analisi dicono che in regione si stanno perdendo 50mila posti di lavoro, da cui ben 35milla provengono dal settore turistico. E nessuno deve dire che tutti i lavori legati a questo settore sono superflui, perché stiamo parlando sempre di posti di lavoro”.

Facebook Comments

Leggi anche

Reyer, definiti i gironi della Supercoppa

L’Assemblea della Lega Basket Serie A ha ratificato