Per salvare il Treviso Calcio servono 40.000 euro entro venerdì

Per salvare il Treviso Calcio servono 40.000 euro entro venerdì

- in Le ultime, Sport
374
0
trevisocalcio

La disperata corsa contro il tempo per salvare il Treviso Calcio da un tracollo che ne sta vertiginosamente preludendo alla scomparsa, trova oggi un nuovo potenziale messia: l’avvocato Marcello Totera, ex presidente biancoceleste, che intende scendere in campo accanto all’imprenditore mantovano Claudio Dondi per raccogliere le risorse necessarie a rilevare da Tiziano Nardin la società biancoceleste.

“Ho chiesto un incontro con Nardin: valuta il Treviso 30-40 mila euro, una cifra non esorbitante. Entro venerdì si decide”.image L’avvocato Totera fu il numero uno del Treviso Calcio nel 2014/15 (nonché già dirigente nel 2013/14), prima della gestione Paolo Pini-Bruno Germin (i predecessori di Nardin). Intenzionato a risollevare le sorti di un club allo sfacelo, Totera si trova al momento in fase esplorativa, poiché sembra che Nardin, pur avendo già ricevuto un’offerta congrua da Dondi, non sia intenzionato a mollare nulla, perlomeno finché non vedrà i succitati 40.000 euro pronti sull’unghia.

Totera e Dondi hanno già svolto alcuni incontri eccellenti con potenziali sponsor e partner imprenditoriali, ma dato il guazzabuglio societario che regna nel Treviso Calcio (anzitutto in ordine alla situazione debitoria del club), sembra difficile convincere la cordata a sborsare i 40.000 euro “a babbo morto” entro il 3 febbraio: e venerdì, d’altro canto, è la deadline fissata da Totera e Dondi per rilevare la squadra in tempo ancora utile a consolidarne gli asset tecnici, fugando il rischio-retrocessione.

Alternative? “Ripartire l’anno prossimo dalla Promozione con il club FC di Corvezzo o con una matricola nuova di zecca”, come dichiarato da Dondi a La Tribuna.

Facebook Comments

You may also like

social TG+ 19 gennaio ed. sera

Zaia solidale col capotreno – ma il nigeriano