Mister Paolo Zanetti in conference-call
Mister Paolo Zanetti in conference-call

Alla vigilia del match in casa del Frosinone, mister Paolo Zanetti, allenatore del Venezia FC ha incontrato la stampa in web conference. queste le sue dichiarazioni:
“Innanzitutto – ha detto il tecnico arancioneroverde – i ragazzi che sono appena arrivati mi possono offrire alcune soluzioni in più. Siamo comunque consapevoli del fatto che  dobbiamo fare una grandissima partita, portando a casa punti da Frosinone. La gara di andata a mio avviso non è stata disastrosa, ma si è vista una squadra diversa da quella che siamo abituati a essere. Per il mio modo di allenare, non deve mai mancare il risultato,  però io voglio che questo sia sempre figlio di una prestazione, di una filosofia ben precisa. Cosa che, nell’ultima gara che abbiamo disputato in campionato, un po’ ci è mancata”.
che impressione le hanno fatto i nuovi innesti Ricci e Dezi?
“Un’ottima impressione, quello che riguarda l’aspetto caratteriale: ho conosciuto dei ragazzi bravissimi che si vogliono mettere in gioco, sono molto carichi e vengono, insieme ad Esposito, a portare un po’ di “aria fresca”, un po’ di qualità. Poi certo, non si tratta di giocatori che hanno i 90 minuti nelle gambe, figuriamoci che non ne hanno neanche 45, non avendo finora giocato con continuità. Ma si tratta pur sempre di acquisti che tra un mese saranno determinanti e saranno pertanto un valore aggiunto. In questa prima fase, però, dobbiamo dargli chiaramente tutti del tempo oltre che per integrarsi ma anche di entrare in campo mettendo più minuti possibili nelle gambe. Comunque io, in fase di calciomercato, non ho chiesto nomi, ma ho chiesto caratteristiche, e questo ci tengo ci tengo a dirlo. Noi abbiamo una grande certezza che è la difesa a quattro, poi dopo quello che riguarda l’attacco è una cosa che già abbiamo studiato, e dobbiamo, almeno secondo me, cercare varie soluzioni, anche per essere meno prevedibili possibile”.
Potrebbero trovare spazio già da domani Dezi e Ricci?
“Vero è che ho alcuni dubbi a centrocampo, che potrò risolvere solo domattina. In realtà,però, Dezi spero di non farlo giocare dall’inizio, vorrei evitarlo considerate le sue condizioni. Sicuramente avrà il suo spazio a gara in corso. Quanto alle soluzioni che mi si prospettano: Dezi può fare la mezzala, il trequartista e può fare anche il play. Anche Esposito può fare la prima o la seconda punta o giocare dietro la punta. Non posso lamentarmi della squadra che ho, abbiamo materiale umano importantissimo su cui lavorare”.
Quali giocatori sicuramente non saranno della partita?
“Oltre a, com’è purtroppo ormai noto, Vacca, non ci saranno Ala – Myllymaki, Bjarkason, Marino, mentre Ferrarini e Rossi sono guariti ma purtroppo rimangono a casa”.
Come valuta i prossimi avversari del Frosinone?
“E’ una grande squadra, a tutti gli effetti: mi stupisce la loro posizione in classifica, perché hanno tantissime soluzioni, giocano in due moduli e adesso stanno lavorando per diventare una squadra che possa stare stabilmente nella parte sinistra della classifica. Sarà quindi una battaglia e dovremmo combatterla con quelle che sono le nostre capacità. Perché, come ho detto prima, noi siamo una squadra che non è fatta per subire dell’avversario ma una squadra intraprendente. Poi, certo, esiste anche l’avversario”.
Parlando dei singoli: si aspetta di più da Aramu?
“Mi aspetto più continuità. Finora ci ha dato tanto, ha fatto 4 goal, ha fatto degli assist e per me è un giocatore fondamentale per questa squadra perché abbina qualità a quantità e intelligenza calcistica come nessun altro. Poi è normale che debba, appunto, migliorare la continuità, però di fondo c’è stima e lui lo sa”.