“Promuovere questo progetto è uno stimolo per tutti gli enti locali per puntare a migliorare la loro attività e per un rapporto con la cittadinanza che sia trasparente, coinvolgente, diretto, efficiente ed efficace. La buona governance è fondamentale per gli enti locali, che rappresentano l’anello di collegamento tra i cittadini ed ogni livello istituzionale: l’esistenza di un programma come ELoGE in grado, di fatto, di far dialogare il singolo con l’Europa, merita di essere incoraggiata e promossa, per consentire non solo una maggiore partecipazione democratica ma anche per migliorare l’attività amministrativa degli enti locali”.

Con queste parole la Vicepresidente e Assessore alle Infrastrutture e Trasporti Elisa De Berti, su delega del Presidente della Regione Luca Zaia, ha aperto questa mattina a Venezia, presso il Palazzo Grandi Stazioni, la Conferenza Nazionale per la promozione del Progetto ELoGE Italia, dedicata al tema dell’“Importanza della governance per gli enti locali”.

Il Marchio europeo di Eccellenza della Governance (ELoGE) è un riconoscimento del Consiglio d’Europa alle autorità locali che hanno raggiunto alti livelli di Buon Governo: ELoGE intende quindi premiare le amministrazioni locali contraddistinte per un elevato livello di Buona Governance Democratica secondo 12 Principi Europei (partecipazione civica, rappresentanza e corretto svolgimento delle elezioni; ricettività; efficienza ed efficacia; apertura e trasparenza; legalità-rispetto della norma di legge; comportamento etico; competenza e capacità; innovazione e apertura al cambiamento; sostenibilità e visione di lungo termine; solidità nella gestione finanziaria; diritti umani, diversità culturale e coesione sociale; responsabilità). AICCRE (Associazione Italiana per il Consiglio dei Comuni e delle Regioni) d’Europa è l’ente accreditato dal Consiglio d’Europa per attuare ELoGE in Italia.

Il Programma ELoGE si basa su un partenariato tra il Consiglio d’Europa e un ente di livello regionale, nazionale o transnazionale con comprovate competenze ed esperienze nel campo del Buon Governo, soprattutto a livello locale. Questo marchio, valido per un anno, è il riconoscimento che un Comune ha raggiunto un alto livello di Buon Governo secondo gli standard del Consiglio d’Europa ma è soprattutto uno strumento per i Comuni per comprendere i propri punti di forza e di debolezza e per avviare azioni per affrontarli in modo più efficiente ed efficace.

“La Regione del Veneto, come membro del Consiglio d’Europa, sostiene con forza il progetto ELOGE e si impegna a diffonderne la conoscenza presso gli Enti locali del proprio territorio. Il potenziamento della buona governance delle Amministrazioni locali è un obiettivo a cui l’Amministrazione regionale punta da tempo – spiega la Vicepresidente -. In particolare la Regione sta scrivendo il Piano di Riordino territoriale e sta quindi lavorando, assieme alle Amministrazioni comunali, per una semplificazione dei livelli di governance e per l’individuazione degli ambiti ottimali di esercizio delle funzioni che consentano agli Enti locali di erogare servizi efficienti ed efficaci ai cittadini. Il primo compito di ogni amministratore a qualsiasi livello operi è quello di migliorare la vita dei cittadini e credo che i 12 obiettivi siano racchiusi da questo progetto in maniera trasversale. Facendo riferimento a tali Principi, gli enti locali degli Stati membri del Consiglio d’Europa possono migliorare la loro governance in modo continuativo ed efficace. La Buona Governance democratica è un requisito a tutti i livelli della Pubblica Amministrazione. In ambito locale, è di fondamentale importanza perché l’amministrazione comunale è il livello di governo più vicino alla cittadinanza, in base al principio di sussidiarietà”, prosegue la Vicepresidente.

“Programmi come ELOGE si pongono come ulteriori strumenti sia per diffondere consapevolezza, soprattutto negli enti territoriali più vicini ai cittadini, circa la buona amministrazione, sia per creare un virtuoso confronto competitivo. La certificazione finale prevista, suggellata dalla consegna di un dodecaedro di cristallo simbolo dei 12 principi della buona governance, costituisce un ambito risultato a cui la Regione del Veneto guarderà con attenzione nel confrontarsi con gli Enti locali del proprio territorio”, conclude la Vicepresidente.