Vittoria molto più netta di quanto dica il punteggio finale per l’Umana Reyer, che risponde con il carattere all’ennesima tegola (l’infortunio di Green, il cui forfait si è venuto ad aggiungere a quello di Peric), riuscendo alla fine a mandare a canestro, nel tripudio del Taliercio, anche i giovani Visconti e Antelli, inseriti in campo nei minuti conclusivi. Il monologo orogranata parte fin dalle prime battute: 11-2 in 3′, con Owens in gran spolvero non solo in attacco,ma anche in difesa, dove contiene ottimamente White. Ma è tutta la squadra a mostrare la concentrazione giusta. A Torino non resta che cercare di limitare i danni, “avvicinandosi” fino al 61-40 al 33’54”, anche per un fisiologico calo d’intensità della squadra di Recalcati, capace però di dimostrare, con cinque punti in un minuto, che le basta alzare un’attimo l’attenzione per rispostare gli equilibri del gioco dalla propria parte. Nei minuti finali, come già detto, ampio spazio anche per i più giovani, con i canestri in rapida sequenza di Visconti (da 3), Antelli e Tonut che mostrano, in una serata positiva sotto tutti gli aspetti, anche il lato migliore dei giovani orogranata.

Gian Nicola Pittalis

Reyer Maschile