Durante il periodo estivo, ed in particolar modo nei mesi di luglio ed agosto, la Polizia di Stato di Venezia, grazie all’attività di controllo del territorio svolto specificatamente nel centro storico dagli agenti del Commissariato di P.S. di San Marco, ha complessivamente sanzionato 20 cittadini, tutti di origine romena, per attività illecite legate alle truffe a favore di false ONLUS, procedendo inoltre a notificare loro l’ordine di allontanamento dal Comune di Venezia.

Durante l’estate, vista la cospicua presenza di cittadini stranieri, nel centro storico veneziano sono state intensificate le attività di controllo soprattutto nei luoghi interessati da un’alta concentrazione di turisti.

Si è così potuto constatare che, in diverse occasioni, uomini e donne, tutte di nazionalità romena, avvicinavano ignari turisti chiedendo offerte e facendo firmare donazioni per associazioni benefiche in realtà inesistenti.

Monitorando il particolare “modus operandi” adottato dai soggetti e certificata la non veridicità di tutto l’apparato organizzato dagli stranieri, i poliziotti, nei confronti di complessive 20 persone, sia uomini che donne, hanno proceduto a contestare la sanzione amministrativa per la violazione del Regolamento di Polizia e Sicurezza urbana, con il contestuale sequestro dei mezzi fraudolenti con cui venivano riscosse le offerte, nello specifico le cartelline con i fogli in cui venivano apposte le firme.

Ai 20 stranieri, tra i quali un minore, è stato inoltre notificato l’ordine di allontanamento dal Comune di Venezia.